Direzione regionale Trentino

Eventi e convegni


Trento - 20/27 novembre 2015 - Convegno/seminario File pdf"L'agevolazione sul gasolio usato come carburante a favore degli esercenti dell'autotrasporto (279.16 KB)" - Sede Agenzia delle Entrate via Brennero 133, Trento

Trento - 13 marzo 2015 - Convegno "Nuove forme di collaborazione con il Fisco: ravvedimento, adesione e rientro dei capitali dall'estero" 

L’amministrazione tributaria può avere anche un lato gentile e accomodante, contrariamente a quanto si possa pensare. La parte buona” del rapporto tra cittadini e fisco ha nomi come ravvedimento operoso, adesione, e norme più semplici e vantaggiose per far rientrare capitali illegittimamente detenuti all’estero.

Perché non sempre chi sbaglia è un evasore consapevole. Anzi, spesso basta un calcolo errato, una convinzione troppo “personalizzata” della norma o poca dimestichezza con la burocrazia per finire dalla parte sbagliata, ed essere bersaglio delle attenzioni dell’amministrazione fiscale. Spesso con conseguenze molto pesanti.

Per quel genere di contribuenti l’Agenzia delle Entrate di Trento ha organizzato un convegno su questi temi.

Di “nuova filosofia nel rapporto tra cittadini e fisco” ha parlato Eduardo Ursilli , vice Direttore nazionale dell’Agenzia delle Entrate. “Un percorso non agevole, che passa attraverso un sistema fiscale più equo, con adempimenti meno onerosi, e regole certe e stabili. Rateizzazione, comunicazione, velocità nelle risposte, cooperazione rafforzata con il contribuente, sono alcune tappe di questo percorso. Con la recente legge di stabilità il contribuente si trasforma addirittura in protagonista attivo nel rapporto con l’amministrazione tributaria.

Il direttore provinciale dell’Agenzia Vincenzo Giunta ha sottolineato l’importanza dei File pdfnuovi strumenti che stimolano la collaborazione e l’adempimento spontaneo per sanare le irregolarità fiscali. (721.41 KB) 

“La legge di stabilità ha allargato l’arco di tempo entro il quale si può correggere l’errore. Ora il ravvedimento è possibile anche se c’è la consapevolezza che l’azione di contrasto dell’amministrazione fiscale sia già iniziata.

Assume particolare rilievo la disciplina della “voluntary disclosure ” che consente di regolarizzare i capitali irregolarmente detenuti all’estero in un contesto sempre più caratterizzato da accordi di cooperazione internazionale per lo scambio di informazioni.”

La Cooperazione Trentina collabora all’organizzazione. “Anche le Casse Rurali trentine sono interessate a ricevere utili indicazioni per informare in maniera corretta eventuali clienti interessati – ha affermato il direttore della Federazione Trentina della Cooperazione Carlo Dellasega -. L’approccio alla collaborazione è importante perché consente di evitare lunghi contenziosi dagli esiti spesso incerti”.

Ma attenzione. Potrebbe essere l’ultima chiamata. Se il contribuente decide di continuare a nascondersi al fisco, la mannaia potrebbe essere molto pesante. Cala il numero dei “paradisi fiscali”, e nel contempo crescono le convenzioni internazionali per far emergere capitali non dichiarati. Il segreto bancario non sarà più tale per il fisco.

“Prossimamente – ha avvertito Andrea Porcelli, funzionario dell’Ufficio Casse Rurali della Federazione, i File pdf flussi di informazioni saranno continui, (730.27 KB) le amministrazioni fiscali potranno acquisire i dati direttamente dagli intermediari finanziari". Come dire, chiuso lo spazio del ravvedimento, si apre quello delle aule di tribunale.

Al convegno hanno partecipato altri qualificati relatori come il ten. Col. Stefano Lampone della Guardia di Finanza, il sostituto procuratore Pasquale Profiti, il capo dell’Ufficio Centrale per il Contrasto agli Illeciti Fiscali Internazionali (UCIFI) Antonio Martino e il Garante del Contribuente, Andrea Di Francia sull'argomento  File pdfcontraddittorio e disclosure (580.00 KB)  

Pier Luigi Ruggiero della Banca d’Italia ha parlato del File pdfruolo della Banca d’Italia nel contrasto al riciclaggio (779.04 KB). Intervenuto Andrea Giovanardi dell’Università di Trento sugli aspetti procedurali della voluntary disclosure: luci ed ombre.

Il convegno si è concluso con una tavola rotonda sul ruolo dei professionisti, a cui hanno partecipato Maurizio Postal , Presidente Ordine dei Commercialisti di Trento, Andrea de Bertolini , Presidente Ordine Avvocati di Trento, Paolo Piccoli del Consiglio Notarile di Trento, Mauro Zanella , Presidente Ordine Consulenti del Lavoro di Trento.


la sala della cooperazione - un momento del convegno

 

la sala della cooperazione - un momento del convegno

  

il tavolo dei relatori


Trento 1° febbraio 2013 - Convegno "Evasione fiscale, corruzione, riciclaggio":

Ad oltre vent’anni da "Mani Pulite" e nonostante l’attenzione posta nel Paese sugli illeciti da corruzione, non sono stati ancora raggiunti apprezzabili segni in controtendenza. Appare, anzi, sempre più radicato il convincimento che, per ottenere o per esercitare un diritto, occorra "ungere" le ruote dell’Amministrazione Pubblica, ossia corrompere.

Accade così che, specialmente negli ultimi anni, molte imprese, utilizzando tecniche di sovrafatturazione ed altre illecite modalità, continuino ad accumulare risorse finanziarie "in nero", sottratte all’imposizione fiscale e destinate, oltre che al privato arricchimento, anche alla sistematica corruzione di esponenti politici e pubblici funzionari, attraverso i quali ricevere appalti, commesse o altre utilità.

File pdfil programma (948.97 KB)

RASSEGNA STAMPA:

L'Adige: " File pdfRedditometro selettivo" di Franco Gottardi (321.21 KB) , " File pdfCaccia all'evasione" di Francesco Terreri (299.04 KB) - Corriere del Trentino: " File pdfFenomeno da monitorare" di Linda Pisani (203.54 KB) - Il Trentino: " File pdfRedditometro, si parte a marzo" di Giulia Merlo (161.01 KB)




il Direttore Provinciale dell'Agenzia delle Entrate, Vincenzo Giunta, durante la sua relazione sul tema "Le radici dell'evasione fiscale"


Il tavolo dei Relatori

La platea della Sala delle Conferenze della Federazione Trentina della Cooperazione


il Vice Direttore Centrale dell'Agenzia delle Entrate, Marco di Capua intervistato dal Corriere del Trentino

Il Direttore Provinciale dell'Agenzia delle Entrate, Vincenzo Giunta, durante la sua relazione sul tema "Le radici dell'evasione fiscale"


Il Direttore Provinciale dell'Agenzia delle Entrate, Vincenzo Giunta, intervistato dalla Rai





dialoghi diritto tributario
L'Agenzia delle Entrate - Direzione Provinciale di Trento è partner dell'Università di Trento - Dipartimento di Scienze Giuridiche per l'organizzazione dei Dialoghi di Diritto Tributario

"Nell'ambito di un'azione di recupero dell'evasione fiscale che si gioca naturalmente su scala nazionale, anche in Trentino il redditometro è applicato con ponderazione e misura solo ai casi di evasione spudorata" - Leggi l'intervista al Direttore Provinciale, Vincenzo Giunta, rilasciata a l'Adige il 24/05/2013 in occasione del 10° ciclo dei Dialoghi di Diritto Tributario


L'Agenzia delle Entrate Direzione Provinciale di Trento in collaborazione con il Tavolo Permanente delle Federazioni Bandistiche Italiane ha organizzato il primo convegno nazionale sul tema "Fiscalità e controlli degli Enti associativi: focus sulle Bande Musicali", venerdì 14 ottobre 2011, alle ore 17.00 presso la sala conferenze dell'Agenzia delle Entrate, via Brennero 133 - TRENTO.
Si sono confrontati al tavolo dei relatori il dott. Tommaso Palumbo dell'Agenzia delle Entrate e la dott.ssa Chiara Borghisani, commercialista esperta in materia.
L'evento ha visto la più che soddisfacente partecipazione di consulenti, commercialisti, responsabili di Bande Musicali e di Associazioni non Profit.
Visita il sito www.tavolopermanente.org

Leggi il testo della File pdfrelazione della dott.ssa Chiara Borghisani (61.34 KB)- studio MPB - Cremona

Apri le slides File pdfdell'intervento del dott. Tommaso Palumbo (1.38 MB) - Agenzia delle Entrate di Trento



locandina convegno

platea
Sala delle Conferenze dell'Agenzia delle Entrate di Trento

platea

platea convegno
Sala delle Conferenze dell'Agenzia delle Entrate di Trento

platea




Riva del Garda, 13 aprile 2012 - Convegno “Quali poteri in tema di accertamento in capo alla SIAE”.

Nell’ambito del concorso bandistico internazionale “FLICORNO D’ORO” si è tenuto a Riva del Garda il convegno dal titolo: “Quali poteri in tema di accertamento in capo alla SIAE”.

L’iniziativa è stata organizzata dal Tavolo Permanente delle Federazioni Bandistiche Italiane ed ha visto avvicendarsi al tavolo dei relatori il dott. Giuliano Facchinato, Direttore della Sede Regionale S.I.A.E. di Venezia, il dott. Tommaso Palumbo per l’Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale di Trento e la dott.ssa Chiara Borghisani , Commercialista esperta in Enti "non profit" - Consulente dell’ente organizzatore.

Il dirigente della S.I.A.E. ha approfondito le diverse modalità ed ambiti di intervento riconducibili alla S.I.A.E. sottolineando l’importanza sia della vigilanza contestuale alle manifestazioni spettacolistiche ma anche dell’esame della documentazione contabile delle associazioni.

Il dott. Palumbo ha dapprima delineato le norme che regolamentano il potere di eseguire accessi ispezioni e verifiche anche in capo alla S.I.A.E. poi ha analizzato la disciplina dell’attività di pubblicità e di sponsorizzazione con le conseguenti diverse modalità di calcolo dell’IVA dovuta.

La dott.ssa Borghisani ha esaminato le modalità di applicazione del regime fiscale forfetario previsto per le associazioni dalla Legge 398 del 1991.

Sono seguite numerose domande che hanno evidenziato l’interesse per gli argomenti trattati oltre alla necessità di semplificare le modalità di comunicazione con gli agenti S.I.A.E.

Questa iniziativa ha rimarcato quanto gli operatori delle associazioni non-profit necessitano di istruzioni chiare e semplici per poter usufruire delle agevolazioni previste da diverse norme senza commettere errori dalle onerose conseguenze. E’ inoltre emersa la richiesta di riformulare l’accordo nazionale tra le bande musicali e la S.I.A.E. sottoscritto oltre 10 anni fa.